Apparecchio denti: quanti tipologie ci sono?

I vantaggi di applicare un apparecchio ai denti

L’apparecchio per i denti

 

Quello dei denti storti è uno dei problemi che più affligge le persone di più generazioni, dagli adolescenti ai più anziani.

Per risolvere il problema dei denti storti da molto tempo ormai si utilizza l’apparecchio per i denti che, oltre a migliorare l’estetica del proprio sorriso, permette anche di raddrizzare i denti storti.

Oggi, però, moltissimi tra gli adulti si rifiutano di portare questo tipo di strumento per raddrizzare i denti poiché è considerato anche estetico e per questo è preferibile installarlo nei bambini che presentano questo tipo di problema.

Naturalmente prima di installare l’apparecchio per i denti è necessario sottoporsi a una radiografia panoramica e progettare un modello in gesso che permette di realizzare l’apparecchio delle dimensioni giuste.

 

L’apparecchio mobile e le sue funzioni

 

Esistono diverse tipologie di apparecchio per denti che possono essere suddivise soprattutto in due gruppi ovvero l’apparecchio fisso e quello mobile.

Per quanto riguarda l’apparecchio mobile sappiamo che esso viene utilizzato in diversi casi; per uso funzionale, ovvero per raddrizzare la mandibola in caso essa interferisca nell’azione di chiusura della bocca, per uso odontoiatrico, che agisce direttamente sui denti senza muovere l’ossatura, oppure per uso di contenzione, posizionato dopo l’utilizzo dell’apparecchio fisso.

Quando si parla di apparecchio fisso si intende quello di tipo edgewise, formato da placchette applicate su ogni singolo dente e legate da un filo metallico.

Questo tipo di apparecchio porta risultati evidenti a lungo termine. Un altra tipologia di apparecchio è l’apparecchio trasparente. Esso non è sostituibile all’apparecchio fisso poiché non raddrizza singolarmente ogni dente ma garantisce risultati graduali ma non di perfezione.

Altri tipi di apparecchio sono quelli così detti nascosti. Essi sono posti all’interno della bocca e sono quasi del tutto invisibili poiché vengono realizzati con materiali di piccoli le dimensioni e di colore bianco o addirittura trasparente.

Essi sono meno fastidiosi e meno visibili in modo da non creare fastidio a chi li indossa dal punto di vista estetico né producono dolore o problemi di alcun altro genere.