L’abbigliamento da bambino migliore

1+-in-the-Family

Capi confortevoli e pratici da indossare: è questo il punto di partenza da cui occorre iniziare quando ci si dedica all’acquisto dell’abbigliamento da bambino. Che si tratti di neonati o di ragazzi più grandicelli, il valore più importante è il benessere: insomma, essere sempre a proprio agio con quello che si indossa, a maggior ragione se si tratta di vestiti che devono essere portati per tante ore di seguito (per esempio, all’asilo o a scuola). Il bambino deve avere la libertà di muoversi senza essere impacciato, di spostarsi, di saltare, di correre e di camminare nella maniera più facile possibile.

Per questo può essere interessante dare un’occhiata alle proposte presenti su cocochic.it (clicca qui per scoprire nel dettaglio), e in particolare ai prodotti del marchio 1 more in the family: un brand che è nato e si è sviluppato a Barcellona, in Francia, e che si sta facendo apprezzare sempre di più anche in Italia. Varie sono le ragioni del suo successo, a cominciare da un catalogo molto vasto, con un assortimento di vestiti e accessori così ampio da soddisfare le necessità più diverse. Tante collezioni, sia per la stagione estiva che per la stagione invernale, che meritano di essere conosciute da vicino.

Che si scelga 1 more in the family o un altro marchio, ad ogni modo, quello che conta è tenere sempre in considerazione i bisogni, i gusti e le richieste dei piccoli. E ciò vale per qualsiasi tipo di abbigliamento da bambino si stia cercando, sia esso elegante(magari per un evento importante, come la comunione o un matrimonio di un parente) o sportivo (da preferire per i giochi con gli amici). In pratica, i vestiti per i più piccoli devono avere una caratteristica essenziale, e cioè risultare il più possibile confortevoli.

Al di là dell’aspetto più prettamente pratico, poi, anche l’occhio – come si suol dire – vuole la sua parte. E, quindi, attenzione ai colori dell’abbigliamento da bambino. In genere, si può dire che le tonalità cromatiche da preferire siano quelle non troppo scure e non troppo cupe: d’altro canto, se non si mettono in mostra tinte sgargianti e gioiose a quattro o a sette anni, quando lo si può fare? Spazio alla fantasia e all’allegria, quindi, con colori accesi. Un altro aspetto da valutare è quello che ha a che fare con la facilità nel mettere o togliere i vari capi: i bambini – specialmente quelli più piccoli – hanno bisogno di magliette, di felpe, di pantaloni, di tute, di pigiami, di cappotti, di giubbini e di gonne che si possano infilare e sfilare con la massima semplicità. Per quel che riguarda i neonati, infine, sarà bene evitare di farli sudare, tanto durante i mesi invernali quanto durante i mesi estivi.