Una nuova figura professionale nel mondo del lavoro: il dirigente di comunità

Nel mondo di oggi è difficile trovare uno sbocco lavorativo, soprattutto perchè c’è una notevole domanda di lavoro che non sempre corrisponde ad un’adeguata offerta. Per cercare di risolvere questo problema, bisogna specializzarsi in nicchie lavorative di mercato che non sono ancora state esplorate: una di queste è il dirigente di comunità, una nuova figura professionale. Per diventare dirigente di comunità bisogna frequentare un corso della durata di cinque anni, al termine dei quali viene rilasciato un diploma. E’ possibile avere maggiori informazioni su questa nuova figura professionale sul portale diplomadirigentecomunita.it dove si possono conoscere tutti gli sbocchi lavorativi e le materie di studio. I corsi di dirigente di comunità sono personalizzabili in base alle proprie necessità: si possono seguire presso una sede fisica in gruppi formati da poche persone oppure online da casa, avendo l’opportunità di gestire i giorni e gli orari in maniera autonoma. Il diploma di dirigente di comunità consente di lavorare negli asili nido, nei centri per anziani, nelle scuole materne e nelle strutture socio-sanitarie e assistenziali. Le nozioni acquisite includono la capacità di organizzare e gestire tutti gli aspetti della struttura che si dirige, da quelli sociali a quelli economici ed educativi. Dopo aver conseguito il diploma di dirigente di comunità si può accedere a qualsiasi facoltà universitaria. Tra le materie che vengono studiate durante il corso di studi quinquennale ci sono quelle di base come l’italiano, la matematica, una lingua straniera, musica, fisica, chimica alle quali vengono unite una serie di discipline che formano la figura professionale di dirigente di comunità. Particolare importanza viene data alla pedagogia e alla sociologia che sono fondamentali per imparare come funziona una comunità sanitaria e assistenziale e quali sono i metodi per gestirle nel migliore dei modi. Prima di conseguire il diploma di dirigente di comunità, è necessario svolgere un periodo di tirocinio presso delle strutture specifiche. Durante il tirocinio si viene a contatto con la realtà di queste comunità e si ha la possibilità di conoscere i problemi e le difficoltà che si possono incontrare per poterli affrontare quando si presentano. Il ruolo del dirigente di comunità è molto delicato perchè oltre a doversi rapportare con le persone che sono all’interno della struttura, deve anche gestire le relazioni con i suoi numerosi collaboratori (terapisti, psicologi, medici) dovendoli organizzare e motivare. Inoltre questa figura deve selezionare attentamente il personale lavorativo per offrire sempre servizi di alta qualità.